GRIGORI GRABOVOI

GRIGORI GRABOVOI

LA VITA

Grigori Grabovoi (Kazakhstan, 14.11.1963) è uno scienziato e chiaroveggente russo, dottore in scienze fisico-matematiche, dottore in scienze tecniche, accademico, impegnato nel corso della sua carriera in diversi programmi governativi soprattutto nell’ambito della tecnologia spaziale.

Laureato in matematica e fisica meccanica, è stato accademico in Russia e ha lavorato a importanti programmi governativi e spaziali.

Membro nella New York Academy of Sciences e dell’International Academy for Social and Economic Development, si è dedicato allo studio di diverse discipline quali la filosofia, la medicina e la giurisprudenza, nell’intento di unificare i diversi campi della conoscenza umana.

Per i risultati delle sue ricerche in campo scientifico, è stato insignito in patria della Medaglia d’argento dall’Accademia Russa delle Scienze Naturali e della Medaglia “Pietro il Grande” per lo sviluppo delle Scienze e dell’Economia.
Nel 2008 si è candidato alla elezioni presidenziali russe, con l’intento di guidare il processo di trasformazione delle coscienze anche in termini politici. Da quel momento è stato fatto oggetto di una vasta campagna di diffamazione da parte dei mass-media russi.

Le doti
straordinarie

Sin dall’età di 5 anni, Grabovoi ha rivelato un’intelligenza fuori dal comune, nonché doti naturali di chiaroveggenza e visione a distanza che lo hanno favorito anche nel proprio lavoro di ricercatore, mostrandogli “la soluzione prima ancora del problema”. Emblematici i casi in cui è riuscito ad individuare da remoto anomalie o difetti tecnici nei motori di apparecchiature nucleari e spaziali, risolvendo a distanza le avarie e sventando gravi sciagure.
Centinaia di persone affermano inoltre, con testimonianze autenticate, di aver ricevuto da Grabovoi puntuali diagnosi a distanza, nonché guarigioni da patologie gravissime in stato terminale, come il cancro e l’AIDS. Ma vi è notizia anche di numerosi casi di ricostituzione totale di organi già asportati chirurgicamente e perfino di vere e proprie resurrezioni post mortem

Il pensiero

L’insegnamento di Grigori Grabovoi getta un ponte fra scienza e spiritualità. Partendo dal presupposto che è la coscienza a creare la realtà, Grabovoi sostiene e dimostra che l’uomo, in quanto elemento di un universo in cui tutto è intrinsecamente collegato, è in grado di interagire con tutti gli altri elementi del Creato, attraverso l’azione della propria consapevolezza. Evolvendo in coscienza, esso può dunque permettere alla propria materia fisica di assumere caratteristiche spirituali e divine, mantenendosi sana e giovane in eterno, attualizzando (ovvero portando nel presente) qualsiasi conoscenza, facoltà, o potenzialità e pilotando la realtà, nonché i singoli eventi della vita. Nel pensiero di Grabovoi, non esistono limiti invalicabili per l’essere umano che consegua il massimo sviluppo di coscienza e, di conseguenza, perfino parole come: autoguarigione, rigenerazione fisica e immortalità, non sono concetti astratti, bensì possibilità concrete, già disponibili per ciascun essere umano qui ed ora.

Le pratiche

A partire dalle proprie scoperte scientifiche e spirituali, Grabovoi ha ideato pratiche e tecnologie avanzatissime che tutti possono apprendere e utilizzare facilmente per lo sviluppo della propria coscienza, l’accesso al campo informazionale infinito, la guarigione, la risoluzione dei problemi, il pilotaggio degli eventi e la stessa immortalità del corpo fisico. Fra queste ricordiamo le sequenze numeriche, che traspongono in termini matematici le frequenze della norma di qualsiasi organismo vivente, agendo sulle onde cerebrali e riportando in armonia gli squilibri del corpo, della mente e dello spirito, ripristinando lo stato originario di salute. Ancora più recente è inoltre l’invenzione di un dispositivo quantico portatile, denominato PRK-1U, di cui chiunque può dotarsi per velocizzare e potenziare il processo di pilotaggio della realtà.

Le opere

Grabovoi è autore di centinaia di opere scientifiche, didattiche e spirituali registrate presso l’ufficio del diritto d’autore della libreria del Congresso degli Stati Uniti, inerenti la strutturazione della coscienza e lo sviluppo spirituale, la prevenzione delle catastrofi, la guarigione bio-informativa e la ricostituzione totale dell’organismo umano e di qualsiasi materia vivente.

Fra i libri principali tradotti in italiano ricordiamo: “La resurrezione e la vita eterna oggi sono la nostra realtà”; “Sistema unificato di conoscenza”; “Strutture applicative del campo creante l’informazione”, “Sequenze numeriche per l’armonizzazione psicologica”, “Rigenerazione dell’organismo umano attraverso la concentrazione sui numeri”. “Numeri per il successo negli affari”, “Concentrazione su numeri per gli alimenti”,“Manifestazioni di eternità”.

IPSE DIXIT
Citazioni

“Il principale obiettivo di tutte le mie attività è assicurare a tutti la vita eterna anche nel corpo fisico”

“La massa critica può essere raggiunta in tempi relativamente brevi. Quando un nutrito numero di persone avranno trasceso questa realtà, applicando il mio insegnamento, la nuova realtà assumerà la stabilità necessaria per la salvezza di tutti”.

“Dobbiamo comprendere che la vita è eterna di per se stessa e che quando l’evoluzione della coscienza si tara su di essa, allora questo livello qualitativo di esistenza diventa accessibile a tutti”.

“Il compito principale della nuova medicina è l’immortalità di ogni essere umano”.

“Il futuro infinito, che rappresenta un livello energetico più elevato rispetto a quello che conosciamo, invia un enorme flusso di energia verso il presente, quindi il cosiddetto salto quantico, inteso come livello energetico ad altissima intensità coinvolgerà inevitabilmente tutta l’umanità. E’ dunque necessario prepararsi, per poter affrontare al meglio questo grande cambiamento che ci attende”.

“La combinazione dell’azione spirituale divina con le tecnologie disponibili rende quindi realizzabile la vita eterna”.

“Il mondo è pilotabile attraverso l’azione della coscienza dell’uomo, della sua anima e del suo spirito”.

“Quante più persone parteciperanno coscientemente a questo processo di cambiamento, con la propria personale buona volontà, tanto più si genererà un sistema sociale gioioso, che si gioverà di una nuova e speciale qualità di gioia, di benevolenza, di buona disposizione verso gli altri. Oggettivamente si tratterà di un sistema sociale differente, a livello qualitativo, che produrrà ottimi risultati e buoni eventi”.

“Chiunque si aggiunga a questo lavoro darà un contributo importantissimo e inestimabile, alla realizzazione concreta della vita eterna, che è alla fine la priorità di noi tutti”.

“Poiché la vita è stata data a tutti per l’eternità. Chiunque, in qualsiasi momento può accedere alla conoscenza necessaria per vivere per sempre”.

“Chiunque può trovare in se stesso le risposte che gli servono”.

“Suggerisco di inserire la pratica della vita eterna nel proprio “piano di studi”. Proprio come adesso si va a scuola fin dall’infanzia, per poi passare a gradi di istruzione superiori, occorre praticare questa nuova conoscenza speciale, dedicandole del tempo quotidianamente. Questo è il necessario livello vitale per assicurare alle persone di ottenere quello di cui hanno più bisogno, ovvero, prima di tutto, sviluppare le loro abilità personali”.

Dicono di lui
e delle sue teorie

Roy Martina, medico, ricercatore, conferenziere e autore di best seller internazionali

“I russi hanno un grado di avanzamento in alcuni ambiti della ricerca che noi nemmeno ci sogniamo. Stanno lavorando sull’immortalità anche fisica dell’essere umano. Se noi siamo alle elementari riguardo a queste nuove frontiere della scienza e del pensiero, loro sono già all’università, perciò mi prenderò del tempo per approfondire i loro insegnamenti”.

Rossana Becarelli, medico, filosofa e antropologa

“L’esplorazione di sequenze numeriche per indurre modifiche frequenziali nell’ordine della materia, trova sicuramente un fondamento nella grande tradizione che procede dalle conoscenze pitagoriche, fino alla sequenza di Fibonacci. Grabovoi ha probabilmente accesso alla contemplazione di ulteriori universi, la cui codifica si traduce in modo comprensibile nel simbolo numerico”.

Diego Ciriello, terapeuta riabilitativo, esperto di biorisonanza

“Conosco le teorie e le tecniche di Grabovoi per aver frequentato alcuni corsi sul pilotaggio della realtà, le frequenze numeriche, la visualizzazione creativa e così via. Personalmente ho avuto esperienze positive in particolar modo con le tecniche di pilotaggio, ma ho avuto modo anche di conoscere persone che hanno tratto grande giovamento per la propria salute utilizzando le sequenze numeriche. Come ricercatore non sono chiuso ad alcuna ipotesi, anzi, ben presto testerò nel mio studio un nuovo dispositivo tecnologico ideato da Grabovoi, che ancora non è in commercio e che mi incuriosisce moltissimo”.

Angela Volpini, mistica laica

“L’idea che l’uomo possa vivere in eterno anche nella carne, è molto più che una semplice teoria. Nella mia esperienza mistica ho potuto osservare proprio come l’essere umano sia biologicamente progettato per vivere per sempre anche nel corpo fisico e per rimanere in eterno proprio qui, su questa terra, in una condizione di salute, pienezza e felicità”.

Valdo Vaccaro, filosofo, economista e naturopata

“Grabovoij è un maestro di tecniche nuove e un rompighiaccio che ci apre nuove vie. Finalmente qualcuno tosto e verace, capace di mandare all’aria tutto questo vecchiume incancrenito di credenze e di dogmi, che alla teorie scientifiche sa abbinare spiritualità e fatti concreti e che ha il coraggio e lo spirito innovativo di non adeguarsi e di non rassegnarsi”.

Paola Amail, naturopata e presidente Società Teosofica Valdostana

“Quello che Grabovoi sostiene, ossia che tutta la potenzialità è dentro di noi, per me è qualcosa di appurato. Per quanto riguarda invece le sequenze numeriche, diciamo che le sto sperimentando per vedere dove mi portano. E fino ad ora i risultati sono stati incoraggianti. Ma se poi si trattasse soltanto di un semplice effetto placebo, ciò comunque non toglierebbe nulla all’efficacia di queste tecniche”

Sergio Signori, medico internista, esperto di guarigioni spontanee

“Non so se sia possibile vivere in eterno nel corpo come dice Grabovoi, ma è certo che conosciamo solo una minima parte di quello che potremmo fare se ci credessimo. Il fatto che sia possibile in natura rigenerare il corpo lo prova il fatto che alcuni animali, come le lucertole, già lo fanno spontaneamente. Sono sempre più certo quindi, benché ci crediamo tanto progrediti, che siamo solo agli albori nel cammino della conoscenza delle nostre facoltà”.

Giulietta Bandiera, giornalista e scrittrice

“L’aspetto che trovo più interessante in Grabovoi è che egli concilia la conoscenza scientifica con quella squisitamente spirituale. E quand’anche le sue teorie fossero infondate, penso che abbiano comunque il grande merito di creare una nuova forma-pensiero improntata alle infinite possibilità umane, incluso il superamento della morte fisica, che in fondo rappresenta da sempre la nostra più grande aspirazione. La coscienza crea la realtà in cui viviamo, dandole forma e sostanza. Sono convinta perciò che credere di essere eterni, sia l’unica via possibile per diventarlo, anche sul piano materiale, sebbene a livelli frequenziali diversi, per ovviare il problema di uno spazio fisico terrestre troppo limitato per contenerci”.

Arcadij Petrov, scienziato russo

“Grabovoi ha semplicemente creato una nuova realtà nell’ambito della conoscenza, in cui scienza e religione non confliggono nello sforzo insensato di monopolizzare la verità, ma si coalizzano per raggiungerla”..